Sistema Fiscale Francese

Ultimo aggiornamento: 24 Maggio, 2019

Quando si sceglie di trasferirsi all’estero, ottenere dimistichezza con un nuovo sistema fiscale può rappresentare una delle difficoltà maggiori. Se la meta scelta è la Francia, sei nel posto giusto! Cercheremo di fare chiarezza sul sistema fiscale francese fornendone una panoramica, con un occhio di riguardo per la situazione degli italiani che hanno intenzione di traslocare in Francia.

Panoramica

L’economia francese e quella italiana hanno moltissime caratteristiche comuni.Nonostante le molte similitudini,  ci sono diverse differenze che è bene considerare quando si ha intenzione di trasferirsi in Francia. Alcune di queste differenze possono ad esempio essere un incentivo a cercare fortuna oltralpe, a cominciare anzitutto dal livello di pressione fiscale.
La tabella riportata di seguito fornisce informazioni sugli scaglioni di reddito e rispettive aliquote fiscali applicate in Francia. Le aliquote variano annualmente, e per questo esempio abbiamo riportato dati che fanno riferimento al 2018.

Reddito AnnuoAliquota fiscale in Francia
Da 0 a 9.807€0%
Da 9.807€ a 27.086€14%
Da 27.086€ a 72.617€30%
Da 72.617€ a 153.783€41%
Oltre 153.783€45%

Per il fisco italiano invece, la situazione al 2018 era la seguente:

Reddito AnnuoAliquota fiscale in Italia
Da 0 a 15.000€23%
Da 15.001€ a 28.000€27%
Da 28.001€ a 55.000€38%
Da 55.001€ a 75.000€41%
Oltre 75.000€43%

Bisogna comunque considerare che, sia in Francia che in Italia, sono previste detrazioni per famiglia a carico, oltre che per varie categorie di spese.

Principali Imposte del Sistema Fiscale Francese

Il sistema fiscale francese prevede che tutte le persone il cui centro di interessi economici ha sede in Francia, che vi risiedano o che vi esercitino attività professionali, saranno soggette ad alcune imposte. Andiamo quindi ad analizzare le principali, a cui ogni italiano che intende traslocare in Francia sarà soggetto:

Impôt Sur le Revenu – Imposta Sui Redditi

L’imposta sui redditi riguarda ogni maggiorenne che risieda in Francia ( ad eccezzione di chi vive ancora a carico dei propri genitori). Bisogna anzitutto effettuare una dichiarazione dei redditi (Déclaration des Revenus) che dovrà comprendere qualsiasi reddito percepito da lavoratore dipendente o indipendente, oltre a qualsiasi sussidio come quello di disoccupazione. Dopo aver trasmesso la propria dichiarazione, si riceverà un avis d’imposition, contenente i dettagli dell’ammontare dovuto, ed una descrizione sulle modalità di pagamento. Scadenze e date di riferimento cambiano di anno in anno, ma indicativamente il periodo per la dichiarazione va da fine Aprile fino alle prime settimane di Giugno, mentre l’avis d’imposition viene inviato solitamente nel mese di Settembre. Negli anni successivi alla prima dichiarazione, l’avis d’imposition sarà ricevuto attraverso un modulo precompilato, in cui sarà richiesto semplicemente di segnalare eventuali cambiamenti. Inoltre, sempre a partire dal secondo anno sarà possibile effettuare tutte le dichiarazioni direttamente online.

Taxe d’Habitation – Tassa d’Abitazione

Si tratta di una tassa finalizzata al pagamento dei servizi municipali. Questa tassa deve essere pagata da chiunque abiti un immobile, sia che si tratti del proprietario, o di un affittuario. Il periodo di riferimento per questa imposta va da Ottobre a Dicembre. Questa tassa, che viene calcolata in base al valore catastale,  comprende inoltre la contribution à l’audiovisuel public, l’equivalente del canone televisivo italiano.

Taxe Fonciére – Tassa Fondiaria

Si tratta di un’imposta sulla proprietà immobiliare.Riguarda qualsiasi immobile ( Case, Appartamenti, Terreni), ed il periodo di riferimento varia solitamente da Agosto ad Ottobre. Questa imposta varia da regione a regione, e per questo due immobili identici  situati in due regioni diverse potrebbero avere imposte differenti. Esistono tuttavia alcune eccezioni ed esenzioni, quali ad esempio: edifici rurali ad uso agricolo, locali che ospitano associazioni dei riconosciute o di pubblica utilità ( mutilati di guerra o sul lavoro), e alcuni degli alloggi situati nei Domini d’Oltre Mare.

Sistema Fiscale Francese

Normativa Fiscale per Italiani Residenti all’Estero

Una delle priorità per chiunque intenda traslocare, e trasferire il proprio centro di interessi all’estero è senza dubbio l’iscrizione all’AIRE ( Anagrafe Italiana Residenti all’Estero). Per essere considerati residenti all’estero dal fisco Italiano, occorre inoltre non essere più iscritti all’anagrafe dei residenti in Italia e non aver avuto domicilio, nè dimora abituale in Italia, per oltre metà anno, ovvero 183 giorni ( 184 per anni bisestili). Per chiunque stia per trasferirsi, è innanzitutto importante informarsi su come evitare di dover pagare le imposte sul proprio reddito sia in Italia che in Francia. Esiste infatti una convenzione internazionale contro la doppia imposizione fiscale, frutto di accordi raggiunti tra Italia e Francia. Queste convenzioni agevolano dunque tutti i contribuenti che hanno redditi prodotti in Italia (come ad esempio le pensioni erogate dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ) , e che allo stesso tempo sono residenti all’estero.

Save up to 40% on your removal!
Richiedi 5 preventivi gratis

Imposte sulle pensioni italiane

Una delle differenze maggiori tra Italia e Francia in materia di tasse, riguarda le pensioni.
Come riportato infatti dallo studio sul confronto tra Italia e Francia per le imposte sul reddito, l’aliquota media d’imposta applicata in Italia, è quasi doppia rispetto a quella francese.

Pensione (Lordo Annuo)IRPEF – Italia Impôt sur le revenu-Francia
20.000 €3.702 €1.443 €
40.000 €11.049 €6.361 €
60.000 €19.270 €12.361 €
80.000 €27.570 €19.268 €
100.000 €36.170 €27.468 €

In questa tabella, possiamo infatti notare il livello di pressione fiscale per diversi scaglioni di reddito.
Per approfondire sulla normativa fiscale per residenti all’estero potrete consultare il sito web dell’INPS.

Calcolatore per Imposte sul Reddito

Il sito web del ministero delle finanze, offre un servizio che consente di calcolare l’ammontare delle imposte sul reddito dovute.Si tratta di un modello semplificato che può essere usato per calcolare le imposte sul reddito da lavoratore dipendente.In ogni caso, oltre al livello di stipendio ed altri redditi, tiene in considerazione lo stato civile, l’età e la presenza di figli o altre persone a carico del dichiarante.

Sistema Fiscale Francese-Calcolatrice

Glossario Riassuntivo del Sistema Fiscale Francese

Le espressioni chiave del gergo fiscale, possono essere un ostacolo anche per chi ha molta dimistichezza con la lingua francese.
Per ricapitolare quanto detto fin ora, ed integrare con altre parole usate di frequente, ecco un breve glossario che potrà essere molto utile per orientarsi nel sistema fiscale francese:

Allégement: Agevolazione fiscale
Amendes fiscales: Multa
Assujetti: Soggetto a un’imposta
Avoir fiscal: Credito d’imposta
Centre des impôts: Agenzia delle Entrate
Charges deductibles: Spese detraibili
Contribuable: Contribuente
Déduction: Deduzione
Dégrèvement: Sgravio fiscale
Domicile fiscal: Domicilio fiscale
Exonération: Esonero
Intérêts moratoires: Interessi moratori
Intérêt de retard: Interessi per il ritardo
Majoration: Maggiorazione
Mensualisation: Rateizzazione mensile
Mise en demeure: Costituzione in mora
Mise en recouvrement: Riscossione delle tasse
Personnes à charge: Persone a carico
Prélèvement à la source: Prelievo alla fonte
Redressement: Rettifica fiscale ( seguito ad un controllo)
Retenue à la source: Ritenuta alla fonte
Sursis de paiement: Sospensione del pagamento
TVA- Tax sur la valeur ajoutée: Imposta sul valore aggiunto – IVA

Informati, confronta, e scegli il servizio di trasloco più adatto.

Con un po’ di buona volontà e voglia di reperire informazioni tuttavia, il processo di trasferimento può essere molto più semplice, e come già detto, alcune differenze possono addirittura risultare vantaggiose per gli italiani che hanno scelto di traslocare in Francia. Continua ad esplorare Sirelo per scoprire come :

 

Buona fortuna!