Trasloco in Spagna

In questo articolo ti consigliamo come organizzare al meglio il tuo trasloco in Spagna, indicandoti i prezzi di un trasloco dall’Italia alla Spagna, informandoti sui documenti necessari al trasferimento in Spagna specificando le 5 cose che dovrai fare una volta arrivato in Spagna.

Prezzo di un trasloco in Spagna

Il costo di un trasloco in Spagna può variare sensibilmente, in quanto dipende dal volume del tuo trasloco (calcolalo con la nostra calcolatrice per volume traslochi) e dalla distanza in km. Qui, a livello puramente indicativo, si considera il trasferimento di alcuni pacchi e mobili, di un monolocale e di un trilocale da Roma a Madrid, via terra o via mare.

Tipo di traslocoVia terraVia mare
Alcuni pacchi e mobili160o € – 2200 €

9 – 13 giorni

1400 € – 2000 €

6 – 8 settimane

Monolocale2300 € – 3100 €

9 – 13 giorni

2600 € – 3600 €

6 – 8 settimane

Trilocale3700 € – 5100 €

3 – 5 giorni

5400 € – 7400 €

25 – 31 giorni

Leggi la nostra pagina riguardante il prezzo di traslochi internazionali se desideri avere informazioni più dettagliate. Segui inoltre i nostri 5 consigli per organizzare un trasloco internazionale al meglio.

Documenti necessari per traslocare in Spagna:

La Spagna fa parte dell’Unione Europea, pertanto gli italiani che fanno un trasloco in Spagna non necessitano di documenti particolari. Tuttavia, se si desidera prolungare la propria permanenza per un periodo superiore ai tre mesi, occorre munirsi del NIE (Numero Identificatio Extranero) ed ottenere l’Empadronamiento.

NIE

Il NIE è il codice fiscale per stranieri. Il suo conseguimento è fondamentale per poter trovare un lavoro, comprare casa, iscriversi all’assistenza sanitaria. E’ inoltre richiesto da alcune banche nello stesso momento in cui si desidera aprire un conto corrente. Per ottenerlo, è necessario recarsi nell’ Oficina de Extranjeros o presso la Comisaría Central de Policía del proprio comune di residenza, presentando i seguenti documenti:

  • Modulo di richiesta
  • Passaporto/ documento di identità originale o fotocopia.
  • Foto-tessera.
  • Documenti giustificativi della richiesta

Empadronamiento

E’ il documento che attesta il tempo di permanenza in territorio spagnolo a prescindere dalla nazionalità e dal documento di residenza. Il suo ottenimento comporta numerosi vantaggi: diritto all’assicurazione sanitaria, diritto all’iscrizione dei figli in una scuola pubblica, diritto agli aiuti sociali. Va richiesto nell’Oficina de Ayuntamiento (ufficio del comune) del proprio quartiere di residenza presentando una documentazione che comprende:

  • Modulo per la richiesta (fornito dall’ufficio e da compilare sul momento)
  • Fotocopia e originale di un documento valido, passaporto o carta d’identità.
  • Fotocopia e originale del contratto di locazione o dichiarazione firmata del proprietario o del locatario dell’appartamento dove siete alloggiati.
  • Fotocopia di una bolletta o fotocopia del documento del padrone di casa.

Trova informazioni più dettagliate sulla natura di questi due documenti e sui vantaggi che apportano nella vita quotidiana.

Trasferirsi in Spagna:

5 cose da fare appena arrivati in Spagna

  1. Assicurazione sanitaria: il servizio sanitario spagnolo è considerato uno dei migliori al mondo in quanto garantisce copertura universale. Si distingue tra il settore pubblico e quello privato. In Spagna non è obbligatorio stipulare un’assicurazione sanitaria, anche se il suo ottenimento garantisce un trattamento più rapido nei casi non urgenti. Per potersi registrare nel sistema sanitario pubblico, occorre registrarsi all’ufficio della sicurezza sociale (Dirección General de la Tesoreria General de la Seguridad Social o TGSS). Qui, una volta presentati il passaporto o la carta di identità, un certificato di residenza e una richiesta opportunamente compilata, si riceve un numero di sicurezza sociale ed un certificato che attesta che avete diritto all’assistenza medica. L’ultimo passaggio consiste poi nel recarsi nel centro di salute più vicino alla tua zona di residenza (consultorios medicos y ambulatorios) e presentare il certificato, il documento di identità ed il NIE (Ulteriori informazioni).
  2. Iscrizione all’AIRE: se hai programmato un trasloco in Spagna con lo scopo di soggiornare nel Paese per più di un anno, dovrai registrarti all’ Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero. Puoi consultare il sito dell’ambasciata italiana a Madrid per ulteriori dettagli circa i documenti da portare ed in quale ufficio presentarli.
  3. Riconoscimento dei titoli di studio e professionali all’estero: per poter risultare appetibili sul mercato del lavoro e iniziare e /o proseguire gli studi, è fondamentale che i titoli di studio e quelli professionali siano idonei e facilmente accettati in Spagna. Sul sito web “Sife Formazione” viene offerto un servizio che supporta chi emigra in Spagna nel procedimento di conversione. Maggiori informazioni vengono poi date dal sito del Ministero dell’Educazione, della Cultura e dello Sport, che dedica uno spazio specifico per il riconoscimento dei titoli italiani su territorio spagnolo.
  4. Banca: la procedura prevista per l’apertura di un conto corrente in Spagna è piuttosto snella: bastano infatti il NIE ed un documento di identità valido. Inoltre, l’apertura del conto, così come i suoi costi di gestione sono minimi se confrontati con quelli che è necessario sostenere in Italia. Le principali banche a cui fare riferimento sono BBVA. La Caixa, il Banco De Madrid e l’olandese ING (Ulteriori informazioni).
  5. Sistema fiscale: La Spagna presenta un sistema fiscale quasi federale, con tre livelli di governo: una parte dell’imposta sulle persone fisiche viene ceduta alle comunità autonome , mentre il resto del processo di liquidazione si risolve in due fasi: una statale e una complementare. Sulle persone fisiche residenti in Spagna (considerate tali se risiedono da più di 183 giorni dall’inizio dell’anno fiscale) si applica l’imposta sul reddito secondo il principio del worldwie income (Per approfondire).

Trasportare l’auto in Spagna

Se volete trasportare la vostra automobile in Spagna, è bene tenere presente che bisogna effettuare una serie di passaggi perché la macchina possa circolare in conformità con le leggi spagnole. I passi da compiere in tal senso sono i seguenti:

  1. Richiedere il Certificato di Conformità Europea.
  2. Recarsi all’Agencia Tributaria per richiedere “impuesto especial sobre determinados medios de transporte” (potete trovare l’ufficio che fa al caso tuo nel seguente elenco).
  3. Pagare il bollo dell’auto, che in Spagna è noto col nome di IVTM (Impuesto sobre Vehículos de Tracción Mecánica).
  4. Una volta raccolti i documenti, è necessario recarsi allo sportello della DGT, in cui viene rilasciato il libretto.
  5. Fare l’assicurazione.
  6. Cambiare le targhe. Conviene infatti consegnare quelle italiane per non continuare a pagare il bollo in Italia.

Se volete sapere più nel dettaglio, il seguente link contiene maggiori informazioni circa la procedura da seguire ed i suoi costi.

Chiedi un preventivo gratis

Chiedi un preventivo e confronta le varie offerte proposte dal nostro servizio. Porterà via solo un minuto o due del tuo tempo ed in tempi celeri riceverai fino a 5 preventivi da parte di ditte che operano nell’ambito del trasloco internazionale. Segui i nostri consigli sulle cose importanti da considerare quando si richiede un preventivo.