Trasloco in Brasile

Il trasloco in Brasile è una scelta alquanto popolare tra gli italiani.

Infatti, con più di mezzo milione di cittadini iscritti all’anagrafe consolare, il Brasile è la quarta comunità al mondo per italiani, con Sao Paulo che è la città con più italiani al mondo, dove si stima che 6 milioni di persone abbiano almeno un ascendente italiano nell’albero genealogico, come abbiamo già detto nella pagina sul trasloco a San Paolo del Brasile.

Prezzi di un trasloco in Brasile

I costi nella tabella che trovi di seguito sono solo stime, per le dimensioni si considerino:

  • Piccolo trasloco: Pochissimi mobili (o nessuno), oggetti personali e vestiti
  • Trasloco medio: Quasi tutto tranne i mobili e gli elettrodomestici più ingombranti

Di solito un trasloco in Brasile via mare richiede circa un paio di mesi, un trasloco in aereo invece, richiede normalmente una o due settimane ma costa molto di più ed è possibile solo con carichi relativamente piccoli.

Sappi che richiedere un preventivo per un trasloco in Brasile è l’unico modo per poter confrontare prezzi reali, poiché ogni trasloco segue le esigenze specifiche di chi trasloca, dunque non esistono prezzi fissi.

Se vuoi puoi scoprire di più su come funziona il preventivo su Sirelo.

Dimensioni della casaDimensioni del traslocoTrasloco in Brasile via mareTrasloco in Brasile via aereo
BilocalePiccolo trasloco€1600-2700€2100-3600
Trasloco medio€2200-3700€3600-6000
Completo€3000-5100€5500-9100
TrilocalePiccolo trasloco€1900-3400€2900-4900
Trasloco medio€2900-4900€5300-8800
Completo€3900-6600/
QuadrilocalePiccolo trasloco€2500-4300€4300-7100
Trasloco medio€3900-6500/
Completo€6500-10800/

Per approfondire i prezzi dei traslochi internazionali e i fattori che li influenzano puoi consultare la nostra pagina.

Se vuoi saperne di più sui traslochi internazionali con container puoi visitare la nostra pagina cliccando qui.

Visti per il trasloco in Brasile

In quanto Paese extraeuropeo, è essenziale varcare la frontiera muniti del visto giusto, conforme a quelli che sono i vostri obiettivi ed il tempo di permanenza che vi siete prefissati. Questo è il primo passo da compiere se state organizzando un trasloco in Brasile.

Vi sono essenzialmente quattro tipi di visto:

  • Turistico: i cittadini che intendano soggiornare in Brasile per un periodo non superiore ai 180 giorni non devono richiedere un visto. Diversamente, sono tenuti a richiedere un visto turistico. Per ottenerlo, bisogna presentare passaporto, fototessere, originale e fotocopia del permesso di soggiorno, fotocopia del biglietto aereo, modulo online compilato, prova del reddito.
  • Ricongiungimento familiare: in questo caso, il visto può essere sia temporaneo che permanente, e questo dipende dal tipo di legame familiare sussistente tra chi richiede il visto e chi risiede già stabilmente in Brasile. Nel caso di visto permanente, questo perde validità nel caso in cui ci si assenti dal territorio brasiliano per più di due anni.
  • Temporaneo: è il visto da richiedere qualora si intenda soggiornare nel Paese per un periodo limitato. E’ il caso di chi si trovi in Brasile per affari, tirocinio, motivi sportivi, studenti universitari nel caso di scambi della durata di un semestre o di un anno.
  • Permanente: è richiesto per poter soggiornare permanentemente in Brasile da coloro che hanno un contratto di lavoro in Brasile e dai pensionati. Tenete presente che, anche questo caso, il visto perde validità in caso di un’assenza dal Paese che superi i 2 anni.

Considerate che la burocrazia in Brasile è complessa e molto lenta: pertanto le tempistiche sono fondamentali, se non determinanti, se volete organizzare il vostro trasloco in Brasile nel modo migliore. Per informazioni ulteriori sulla documentazione da presentare e le procedure da seguire, leggete con attenzione il sito del Consolato generale del Brasile a Milano.

trasloco in BrasileTrasloco in Brasile: la dogana

5 cose da fare prima di traslocare in Brasile

  1. Copie autenticate del CPF: è l’acronimo di “Cadastro de Pessoa Fìsicas” ed è l’equivalente del codice fiscale italiano. È necessario per poter effettuare il trasloco. Puoi richiederlo al consolato brasiliano della giurisdizione in cui risiedi.
  2. Copie autenticate dell’RNE: è l’acronimo di “Registro Nacional Estrangeiro” ed è l’equivalente della carta d’identità brasiliana rilasciata agli stranieri.

    Deve essere richiesto alla Polizia Federale entro 30 giorni dall’ingresso in Brasile, se non lo richiedi prima del tuo trasloco puoi sempre presentare la copia del protocollo che attesta che hai ottenuto il visto e stai aspettando l’emissione della carta d’identità.
  3. Copia passaporto: Affinché un documento italiano abbia corso legale in Brasile è necessario che sia autenticato dalla autorità consolare brasiliana. Quindi assicurati di richiederne l’autenticazione al consolato brasiliano della giurisdizione in cui risiedi.
  4. Prova della vecchia residenza in Italia e della nuova in Brasile: Anche se sei italiano/a e hai sempre vissuto in Italia dovrai provare che hai abitato in Italia per almeno 12 mesi prima del trasloco. Ti basterà presentare delle fatture italiane di acqua, luce, riscaldamento o telefono a te intestate.

    Inoltre necessiterai di un comprovante di residenza recente in Brasile. Avrai dunque bisogno di presentare un contratto di affitto o una fattura brasiliana di acqua, luce o telefono a te intestata.

  5. Lista dei beni traslocati: In passato si sono verificati dei casi in cui alcuni container con destinazione Brasile venivano caricati con merci nuove destinate alla rivendita anche se venivano presentati come traslochi internazionali.

    Per questo motivo tutti i container presentati come trasloco internazionale vengono ora aperti e ispezionati. Dovrai dunque redigere una lista indicante tutti i beni contenuti nei container cosicché il funzionario doganale potrà verificare che non si tratti di importazione di beni nuovi e che sia conforme alla lista dei beni presentata.

    Inoltre ricorda che se vuoi trasferire in Brasile merce nuova o inferiore ai 6 mesi dovrai presentare la fattura di tali beni, e sarai soggetto al pagamento di dazi del 50%. Tieni anche presente che solo un articolo elettronico principale e’ ammesso (es. un televisore, una lavatrice un frigorifero, ecc.) e che gli alcolici e apparecchi foto video e audio sono soggetti a dazi.

Ditte di traslochi per un trasloco in Brasile

Traslocare da un continente ad un altro è un’operazione che richiede molta pianificazione perché vada a buon fine. Per questo su Sirelo puoi trovare una lista delle cose da fare per organizzare un trasloco per tempo.

Ma l’organizzazione non è tutto, ciò che conta poi è che la ditta di traslochi che assumi sia in grado di eseguire il tuo trasloco in Brasile in maniera professionale e senza spiacevoli inconvenienti. Sicuramente trovare la ditta perfetta per te non sarà una passeggiata, se vuoi puoi aiutarti con la nostra top 10 delle migliori aziende di traslochi internazionali.

In più, il database di Sirelo conta circa 1200 aziende di traslochi con informazioni, recapiti e recensioni degli utenti che hanno già traslocato. Infine, puoi richiedere gratuitamente fino a 5 preventivi per comparare prezzi di aziende diverse per un trasloco in Brasile.

trasloco in Brasile

Costo della vita in Brasile

I costi dei prodotti e delle proprietà in Brasile sono notevolmente più bassi che in Italia o in Europa in generale. Ma lo stesso vale anche per gli stipendi e il potere d’acquisto.

Dunque, anche se i prezzi sono molto più bassi (se pensiamo ad una conversione Euro-Real brasiliano), gli stipendi medi in Brasile sono comunque proporzionati al costo della vita, quindi se vuoi trasferirti in Brasile per lavorare, non pensare che tutto costi di meno solo perché i prezzi sono effettivamente più bassi.

Per capire meglio la differenza dei prezzi delle cose in Brasile comparati ai prezzi italiani, questa tabella con dati forniti da Numbeo può darti un’idea:

ProdottoPrezzo medio in ItaliaIn Brasile
Cappuccino€1.34€1.35 (5.89 BRL)
Latte (1L)€1.13€0.72 (3.14 BRL)
12 Uova€2.57€1.33 (5.81 BRL)
Acqua (1.5L)€0.40€0.67 (2.92 BRL)
Bottiglia di vino (fascia media)€5€6.87 (30 BRL)
Pacchetto di sigarette (20)€5.20€2.06 (9 BRL)
Gasolio€1.53€1 (4.37 BRL)
Ristorante medio livello per due€50€22.89 (100 BRL)

Lavorare in Brasile

Il Brasile è non solo un’economia in forte sviluppo ma è uno dei 4 stati più influenti tra tutte le economie in via di sviluppo assieme a Cina, India e Sudafrica.

Dopo la forte crescita dei primi anni 2000, nell’ultimo quinquennio ha subito dei rallentamenti soprattutto a seguito dello scandalo Petrobras. Così il tasso di disoccupazione, che aveva raggiunto cifre bassissime, è ricominciato a salire e nel 2018 è arrivato al 12.6%.

In Brasile è previsto un salario minimo di 954 BRL mensili (circa €220), ma secondo Trading Economics, un lavoratore in Brasile guadagna circa 2220 BRL (€500 circa) al mese nel 2018, cifra che sale fino a 4730 BRL (intorno ai €1060) per i lavori altamente specializzati.

Preventivi per un trasloco in Brasile

Puoi comparare fino a 5 prezzi reali da ditte di traslochi internazionali, ovviamente senza impegno. Ti basta compilare il nostro modulo cliccando qui per ricevere fino a 5 preventivi: è facile, veloce, gratuito e senza impegno.