Trasloco in America

La seducente prospettiva del “sogno americano” è un motivo che da solo è sempre stato più che sufficiente agli italiani per emigrare in questa terra delle opportunità. Qui puoi trovare tutte le informazioni che possono servirti riguardo un trasloco in America.

Trasferirsi in America

Visto: tante tipologie per ogni situazione

La prima cosa che è necessario procurarsi prima di pianificare un trasloco in America è il Visto, obbligatorio per tutti i cittadini stranieri che si recano negli Stati Uniti. Si distinguono due macro-categorie di visti: i visti non immigranti ed i visti immigranti.

I primi consentono di soggiornare negli Stati Uniti per un periodo di tempo determinato, mentre i secondi sono rivolti a coloro che desiderano stabilirsi in modo permanente.

Recentemente, gli Stati Uniti hanno dato vita al “Visa Waiver Program”: si tratta di un programma che consente ad alcune categorie di viaggiatori di viaggiare senza visto, per un periodi non superiori a 90 giorni. Si estende a tutte le nazioni partecipanti, tra cui l’Italia.

Per saperne di più, esaminare attentamente il sito dell’ambasciata americana con sede a Roma potrà fornire una prospettiva completa. Sono infatti disponibili molte tipologie diverse di visto, a seconda dell’obiettivo e della durata del  soggiorno.

Potrai inoltre trovare informazioni più dettagliate sui requisiti necessari per rientrare nel programma “Visa Waiver Programme”.

Social Security Number: il Codice Fiscale Americano

Il trasloco in America diventa definitivo una volta richiesto il Social Security Number (SSN). Si tratta dell’equivalente del nostro codice fiscale italiano, ed è fondamentale per moltissimi aspetti burocratici e legati alla quotidianità: aprire un conto corrente, richiedere una carta di credito, ottenere un contratto di lavoro, ricevere la fornitura di gas ed elettricità, fare la dichiarazione dei redditi.

Per ottenerlo, occorre presentarsi al Social Security Office con i seguenti documenti:

Per sicurezza, è  sempre meglio avere con sé tutti i documenti che attestino identità,  e diritto a permanere e lavorare in America. Per approfondire, consulta questo link.

trasloco in America

Trasloco in America: i prezzi

Quelle nella tabella sottostante sono stime, non prezzi reali, basate sul caso di un trasloco di un trilocale da cui si trasporta in America tutto il contenuto eccezion fatta per qualche mobile e/o elettrodomestico ingombrante.

Ricorda che l’unico modo per confrontare prezzi realistici è richiedere un preventivo per un trasloco in America, in quanto ogni trasloco segue esigenze strettamente personali e quindi diverse per ciascuno.

Qui puoi approfondire come funziona il preventivo su Sirelo.

Città di partenzaCosto del trasloco in America
Milano€800-1000
Roma€1500-2000
Napoli€1700-2400
Palermo€4300-5800

Sulla nostra pagina sui prezzi dei traslochi internazionali trovi informazioni sui fattori che definiscono il costo di un trasloco.

Se invece vuoi sapere come funziona il trasloco via container, puoi consultare la nostra pagina dedicata.

Ditte di traslochi per un trasloco in America

Traslocare non è un’operazione che si effettua tutti i giorni, anzi, di solito si fa poche volte nella vita perché è un processo complesso, costoso e a tratti anche stressante.

Nel caso dei traslochi intercontinentali, poi, non vorrai affidare per nessun motivo al mondo il tuo trasloco ad una ditta di traslochi incompetente o poco professionale che potrebbe trasformare il trasloco in un’esperienza traumatica.

Un buon punto di partenza per la tua ricerca della ditta di traslochi giusta per te potrebbe essere la nostra top 10 delle aziende di traslochi internazionali.

In più, su Sirelo puoi trovare un elenco di circa 1200 aziende di traslochi da tutta italia con informazioni, recapiti e soprattutto recensioni di chi ha già traslocato! Clicca qui per accedervi.

Lavorare in America

Stipendi in America

Lo stipendio minimo in America è di $7.25 all’ora, ma in realtà questa soglia varia di stato in stato, con zone come il distretto della capitale in cui il salario minimo ammonta a $12.50 all’ora. Su questo sito puoi controllare i salari medi per il tuo lavoro (in inglese).

Giorni di ferie in America

Gli Stati Uniti sono l’unico paese industrializzato al mondo a non garantire né ferie retribuite, né giorni festivi nazionali retribuiti, mentre in Italia sono quasi sempre previsti  32 giorni tra ferie e feste nazionali retribuite.

Questo significa che, una volta effettuato il trasloco in America, da lavoratore non hai diritto a giorni “liberi”, ma non vuol dire che questi non siano concessi.

Secondo CNBC, infatti, i lavoratori negli USA godono in media di 10-15 giorni di ferie retribuite all’anno, che aumentano a seconda della dimensione delle aziende e degli anni di esperienza.

Trovare un lavoro per un trasloco in America

Questo articolo dà dei buoni consigli su come prepararsi ad un lavoro in America (CV e colloquio), e qui di seguito puoi trovare alcuni siti su cui cercare lavoro:

trasferirsi negli Stati Uniti

Costo della vita in America

Il costo della vita negli Stati Uniti è in molte situazioni simile a quello dell’Italia, ciò che crea una notevole disparità è il costo degli affitti (e in generale del mercato immobiliare).

Secondo Numbeo, il costo della vita incluso il prezzo degli affitti risulta del 19.09% più alto in America che in Italia. Se invece considerassimo solo i prezzi dei prodotti di consumo, dunque senza l’affitto, l’America risulta più costosa solo dell’1.34% rispetto all’Italia.

Con la tabella sottostante puoi confrontare a colpo d’occhio i prezzi di alcuni prodotti comuni in entrambi i paesi:

ProdottoPrezzo medio in ItaliaIn America
Cappuccino€1.34€3.49 ($3.99)
Latte (1L)€1.13€0.73 ($0.83)
12 Uova€2.57€2.02 ($2.32)
Acqua (1.5L)€0.40€1.54 ($1.77)
Bottiglia di vino (fascia media)€5€10.48 ($12.00)
Pacchetto di sigarette (20)€5.20€6.11 ($7.00)
Gasolio€1.53€0.61 ($0.71)
Ristorante medio livello per due€50€43.67 ($50.00)

Sistema sanitario in America

Il sistema sanitario degli Stati Uniti è molto diverso da quello italiano e presenta numerosi aspetti soggetti a controversie e questioni sociali.

È pertanto un fattore importante da tenere a mente per un trasloco in America.

Innanzitutto, a differenza dei sistemi sanitari europei, quello americano non è concepito come un servizio pubblico accessibile a tutti. È anzi gestito privatamente, dunque l’unico modo per ricevere cure è pagare singolarmente ogni prestazione ricevuta (a prezzi abbastanza alti) o sottoscrivere un’assicurazione sanitaria.

In uno studio del 2014 è risultato dunque che una percentuale compresa tra il 18% e il 26% delle famiglie americane che vanno in rovina, va in bancarotta proprio per spese mediche impreviste.

Le uniche forme di intervento diretto del governo federale sono il Medicaid, ovvero il programma di sussidi per individui e famiglie al di sotto della soglia di povertà e il Medicare, cioè la copertura per gli over 65 e i disabili.

trasloco a Miami

Traslocare con i vostri amici a 4 zampe: organizzarsi per tempo

L’ingresso di animali domestici negli Stati Uniti non è impossibile, tuttavia è sottoposto a dei controlli molto rigidi. Per questo è necessario organizzarsi tempestivamente e munirsi di tutti i documenti necessari. Prima di partire, assicuratevi che il vostro animale sia munito di:

  • Certificato di buona salute: viene rilasciato dalla ASL dopo un’accurata visita dell’animale. Nel caso non riusciate a fissare con la ASL un appuntamento per la visita, potete far visitare il vostro amico a quattro zampe dal vostro veterinario di fiducia e farvi rilasciare il certificato di buona salute, che deve essere però convalidato dalla ASL entro le 48 ore successive.
  • Certificato di Vaccinazione antirabbica: assicuratevi che la data di vaccinazione sia superiore ai 20 giorni ed inferiore ad un anno dalla data di partenza per gli Stati Uniti prevista.
  • Certificato Sanitario per l’Esportazione: viene rilasciato dall’Azienda Sanitaria Locale (ASL) di competenza territoriale una volta presentati i due documenti di cui sopra.Deve essere redatto sia in italiano che in inglese, e contiene tutte le informazioni relative all’animale e alle sue condizioni di salute. Ha una validità di 6 giorni, pertanto assicuratevi di farvelo rilasciare tre o quattro giorni prima della partenza.

Per ulteriori informazioni circa le procedure da seguire e la documentazione, consultate il sito dell’Ambasciata statunitense in Italia, nella pagina dedicata al trasporto degli animali dall’Italia agli Stati Uniti.

Nell’organizzare il vostro trasloco in America, informatevi anche sulle compagnie aeree che ammettono animali a bordo e sui regolamenti previsti in tal senso.

Una di queste è American Airlines, che offre un servizio di trasporto degli animali in stiva (qui potete visionare la pagina specifica presente sul sito ufficiale), e Pet Airways: quest’ultima è una compagnia aerea che ammette a bordo solo animali, e proibisce dunque la presenza del padrone a bordo.

Data la complessità delle pratiche burocratiche e delle modalità di trasporto, la cosa migliore è comunque rivolgersi ad una ditta specializzata nel trasloco internazionale che offra anche un servizio di trasloco di animali domestici fuori Europa.

Infatti, oltre ad avere grande familiarità con tali regolamenti, garantiscono al vostro amico a quattro zampe un viaggio confortevole e senza stress.

Preventivi di un trasloco

Con Sirelo puoi richiedere fino a 5 preventivi gratuiti per un trasloco in America da aziende specializzate in traslochi internazionali. È facile, veloce, gratis e senza impegno. Compila il modulo riportato di seguito, confronta fino a 5 preventivi, e trasloca al prezzo più conveniente!