Trasloco a Buenos Aires

Avete intenzione di organizzare un trasloco a Buenos Aires? Sirelo vi può fornire una vasta gamma di informazioni complete su una serie di aspetti: l’entità dei costi, la documentazione da preparare prima di partire e una volta arrivati, dove abitare e molto altro. Nella lista sottostante sono elencati ad uno ad uno i punti salienti trattati da Sirelo:

trasferirsi a Buenos Aires

Perché trasferirsi a Buenos Aires?

La capitale argentina è una meta molto popolare tra molti italiani che vogliono cambiare vita per una serie di ragioni. Intanto il Paese già in passato è stata una delle destinazioni favorite da molti migranti italiani, tant’è vero che il gruppo etnico degli italo-argentini, cioè gli argentini di origine italiana, è ancora quello predominante. Conseguentemente, è anche il Paese latino che vanta un legame molto stretto anche con la cultura e le usanze italiane. Inoltre, è il Paese ideale in cui ricominciare, sia per il costo della vita sia per le varie opportunità lavorative, soprattutto se si è già dei professionisti e si è in grado di parlare diverse lingue. Inoltre, il clima mite, la buona qualità della vita e la mancanza della frenesia tipica di molte città europee costituiscono un valore aggiunto da considerare quando si opta per un trasloco a Buenos Aires.

Trasloco a Buenos Aires: quanto è necessario spendere?

In generale, ogni trasloco è differente, questo perché le esigenze personali di ciascuno non sono mai le stesse. Di conseguenza, anche i prezzi attribuiti a ciascuno di essi variano considerevolmente. Inoltre, sul costo di un trasloco incidono una serie di fattori di non secondaria importanza: la distanza, l’entità del carico, la tipologia di azienda a cui vi affidate, la quantità di servizi ad essa richiesti, la modalità di trasporto scelta (in questo caso, via mare o via aerea). Tuttavia, per darvi almeno un’idea generale, anche piuttosto attendibile, di quanto è necessario spendere, qui sotto viene proposto l’esempio di un trasloco da Roma a Buenos Aires. Ad ogni tipologia di carico viene attribuito un prezzo, che può essere più o meno elevato a seconda che il trasporto avvenga via terra o via mare. Ricordate però che si tratta di prezzi indicativi: infatti, se il vostro luogo d’origine è diverso da Roma, i costi possono aumentare o diminuire.

Trasporto via mareTrasporto via aerea
monolocale1600 € – 2800 €3700 € – 6200 €
appartamento 1 camera da letto2300 € – 4000 €5700 € – 9400 €
appartamento 2 camere da letto3100 € – 5200 €6800 € – 8500 €
Risparmia il 40% sul tuo trasloco!
Richiedi 5 preventivi gratis

Emigrare a Buenos Aires: espedienti per un trasloco più semplice

Pianificare un trasloco a Buenos Aires può risultare più facile se si tengono in conto alcuni semplici ma importanti trucchi:

  • Cominciate a predisporre ogni operazione di trasloco con molto anticipo. Avete infatti di impiegare tempo e attenzione per definire ogni dettaglio: quanto potete spendere per il trasloco, come effettuarlo, cosa traslocare, etc.
  • Non mancate di partire con i vostri titoli di studio e professionali già convertiti, ovvero già conformi a quanto previsto in tal senso dalla legge argentina. Ciò vi permetterà di iscrivervi senza problemi a scuole e/o università e di accedere più velocemente al mondo del lavoro. Per saperne di più, date un’occhiata alla pagina sul trasloco in Argentina.
  • Cercare casa non è mai un processo facile e veloce, anzi occorre tempo per trovare l’abitazione giusta che soddisfi le vostre esigenze personali ed economiche. Pertanto, procuratevi innanzitutto un alloggio provvisorio nel mentre e siate pazienti e meticolosi nella vostra ricerca.
  • Assicuratevi di avere con voi tutta la documentazione che vi riguarda: è infatti fondamentale per iscrizioni e registrazioni, per ottenere il codice fiscale, stipulare contratti e usufruire di agevolazioni e servizi di varia natura.
  • Buenos Aires è molto ben collegata grazie alla presenza di due aeroporti: Aeroporto Ministro Pistarini/Ezeiza e l’Aeroparque Metropolitano Jorge Newbery. Una volta appurato in quale aeroporto atterrerete, informatevi sui collegamenti da e per Buenos Aires e l’aeroporto.
  • Potete trovare consigli e trucchi su come risparmiare sul trasloco nella pagina dedicata al trasloco in Argentina.

trasloco a Buenos Aires

Cosa fare all’arrivo: documenti imprescindibili

Per vivere in Argentina, è necessaria una lunga serie di documenti. Nell’organizzare il vostro trasloco a Buenos Aires tenete conto di questo fattore. Questa documentazione è infatti fondamentale per potersi integrare nel Pese a tutti gli effetti ed accedere a servizi e forme di agevolazione:

  • Visto: in quanto Paese extraeuropeo, per risiedere stabilmente in Argentina è necessario un visto in cui risulti la vostra occupazione ed il periodo più o meno lungo di permanenza. A seconda delle diverse circostanze, la legislazione prevede diversi tipi di visto.
  • DNI (Documento Nacional de Identitad): è la carta d’identità argentina che contiene tutti i vostri dati personali. Anche se si possiede la propria carta d’identità italiana, è obbligatorio richiederla.
  • TIN (Tax Identification Number): è l’equivalente del codice fiscale italiano.
  • CUIL (Codice Unico di Identificazione al Lavoro): è un codice che viene attribuito ad ogni lavoratore dipendente.
  • Certificato di domicilio: è un certificato che attesta che voi vivete esattamente nel luogo da voi dichiarato.
  • Assicurazione sanitaria: il sistema sanitario in Argentina si articola su tre livelli, ovvero quello pubblico, quello privato e quello della sicurezza sociale, basato cioè su dei regimi assicurativi obbligatori.
  • Conto corrente: ogni banca prevede una procedura differente per l’apertura di un conto corrente presso la propria sede. Occorre quindi chiamare più banche prima della partenza per conoscere l’iter burocratico da seguire e predisporre in anticipo la documentazione necessaria.

Per ulteriori informazioni, consultate la pagina sul trasloco in Argentina.

Aspetti della vita quotidiana: patente, abbonamento telefonico e banda larga

Una volta ottenuti quei documenti fondamentali perché il trasloco a Buenos Aires diventi definitivo, è possibile occuparsi di altre situazioni piuttosto importanti nella vita di tutti i giorni, quali:

  • Patente di guida: per poter circolare su territorio Argentino, è in generale necessario affiancare alla propria patente il permesso internazionale di guida, rilasciato dagli uffici provinciali del Dipartimento per i Trasporti Terrestri. La richiesta per l’ottenimento del permesso internazionale di guida deve essere effettuata presso gli uffici provinciali del Dipartimento per i Trasporti Terrestri provvisti dei seguenti documenti: modello 1949 compilato, originale e fotocopia della propria patente, due fotografie di cui una autenticata, marca da bollo, due distinti versamenti. Per ulteriori informazioni sulla tipologia dei documenti da presentare, cliccate qui oppure fate riferimento al seguente link.
  • Abbonamento telefonico: l’Argentina vanta una buona copertura telefonica e diverse opzioni per quanto riguarda l’abbonamento per i telefoni cellulari. Tra le aziende più importanti, vi sono:
  • Copertura internet e telefono fisso: questo servizio viene fornito da due grandi aziende: Telefonica e Orange. La prima ha il monopolio nel Sud del Paese, ed è proprietaria della compagnia di telefonia mobile Movistar, O2 e Vivo, mentre la seconda serve il Nord del Paese.

trasferirsi a Buenos Aires

Vivere a Buenos Aires: quale quartiere scegliere?

Tra i tanti fattori che concorrono nella scelta dell’appartamento ideale, uno dei più importanti è senz’altro il quartiere in cui la casa si trova. Infatti, è fondamentale che, una volta compiute tutte le fasi del trasloco a Buenos Aires, la vostra potenziale abitazione si trovi in un’area tranquilla, dotata di servizi e comodità e vicina ai mezzi pubblici. Qui sotto viene proposta una rapida panoramica dei quartieri più noti della città che può tornarvi utile per orientarvi e fare la vostra scelta:

  • Belgrano: è uno dei quartieri più vivaci dal punto di vista commerciale, ma è al tempo stesso una tranquilla zona residenziale caratterizzata da ville lungo viali alberati.
  • La Boca: gli affitti in questo quartiere sono più economici che a Belgrano, zona senz’altro più elegante. La Boca però è ancora oggi l’area di immigranti di vari provenienza, e ciò è evidente dall’aspetto colorato delle case e delle strade così come dalle tradizioni e dagli usi che ancora oggi vengono tramandati. E’ il quartiere che più rappresenta la multi etnicità propria di Buenos Aires.
  • Montserrat: è parte del quartiere storico della città, ed in questo senso anche l’atmosfera è stata preservata. E’ una zona in cui prevalgono le sedi lavorative, pertanto è una zona molto trafficata e frequentata da impiegati e lavoratori.
  • Palermo: è il quartiere più grande di Buenos Aires, nonché il più famoso, ed è suddiviso in diverse zone: Palermo Chico, Bosques de Palermo, Palermo Soho, Palermo Hollywood. La prima è un’area di lusso, con magnifici edifici e palazzi residenziali esclusivi. La seconda invece è meta popolare di chi ama le escursioni naturalistiche, picnic e ciclismo. Le ultime due zone invece sono ricche di ristoranti, bar, caffè e discoteche esclusivi. Per via di queste sue caratteristiche, gli affitti delle case a Palermo sono i più alti della città
  • Puerto Madero: è un quartiere che rappresenta pienamente la conciliazione tra il vecchio e il nuovo, in quanto poco lontano dagli edifici storici ristrutturati è possibile scorgere i grattacieli. E’ una delle aree più caotiche e trafficate, con locali di ogni tipo a movimentare la vita notturna.
  • Recoleta: un tempo sede dell’aristocrazia, questo quartiere è caratterizzato da numerosi edifici residenziali molto eleganti. E’ sede di musei importanti, hotel ed ambasciate.

Cercare una casa: da dove partire?

La ricerca di un appartamento è una delle operazioni più complicate quando si predispone un trasloco a Buenos Aires. Bisogna infatti giocare d’anticipo e tenere conto anche dell’altissima concorrenza dovuta all’affluenza continua di persone che vengono a vivere nella capitale argentina. Per velocizzare le ricerche, si può cominciare dal web. Anche prima di partire, passate in rassegna i vari siti web che contengono annunci sulle case in affitto. Qui di seguito sono elencati i più affidabili:

Una volta presi i contatti, recatevi immediatamente sul posto per verificare di persona se le condizioni della casa e dell’area fanno al caso vostro. In questo modo non solo è più facile trovare l’appartamento adatto a voi, ma siete anche sicuri di evitare truffe e raggiri.

Tenete presente inoltre che, per ottenere l’affitto di una casa dovete presentare al vostro affittuario i seguenti documenti:

  • Passaporto.
  • Certificato di domicilio.
  • CDI (Cédula de Identidad): è un documento che permette di pagare le imposte del Paese. Deve essere richiesto alla sede APIF (si tratta dell’equivalente dell’Agenzia delle Entrate italiana) più vicina al vostro domicilio presentando il certificato di domicilio e due fotocopie del passaporto. Prima di rilasciare il CDI, vi viene richiesto di compilare un formulario. Una volta terminata questa operazione e consegnati i documenti di cui sopra, potete ottenere questo documento.
  • Garanzia proprietaria: il proprietario vi chiede una garanzia scritta da parte di un altro proprietario di immobile (che risieda nello stesso comune) in caso di mancato pagamento dell’affitto da parte dell’inquilino.

Quanto costa in media l’affitto mensile?

Un altro punto a favore di un trasloco a Buenos Aires è proprio il prezzo degli affitti: come si evince dalla tabella sottostante, non sono per niente cari, ed è possibile ottenere l’affitto di un appartamento in centro senza pagare una cifra troppo alta. Naturalmente, il prezzo può aumentare o diminuire a seconda della zona in cui la casa si trova o la presenza di due stanze o più. Considerate però che i prezzi qui proposti non sono esatti, ma sono semplicemente indicativi, in quanto non tengono conto delle vostre necessità specifiche.

AppartamentoAffitto mensile
Appartamento 2 camere da letto in centro764 €
Appartamento 3 camere da letto in centro1100 €
Appartamento 2 camere da letto in periferia450 €
Appartamento 3 camere da letto in periferia750 €

emigrare a Buenos AiresMezzi pubblici: funzionamento e tipologie

La rete di trasporti argentina è estremamente puntuale ed efficiente, ed include quali mezzi di trasporto veloci e puliti:

  • Metropolitana (Subte): è il mezzo di trasporto più costoso, ma il più veloce. Si compone di 6 linee (subtes) e di 34 stazioni, tutte strategicamente situate non solo vicino alle stazioni della metropolitana ma anche poco lontano dalle principali strade, stazioni ferroviarie e fermate degli autobus. Serve le varie zone della città per poi convergere verso il centro. E’ in funzione dal lunedì al sabato, dalle 5 del mattino alle 10 di sera, mentre la domenica ed i festivi solo dalle 8 di mattina alle di sera.
  • Autobus: non è veloce quanto la metropolitana, tuttavia è più economico ed è attivo 24 ore su 24, anche se la notte dopo mezzanotte le corse si diradano. Con le sue 180 linee, raggiunge in modo capillare tutti i quartieri di Buenos Aires e li collega al centro. Si distinguono due tipologie di autobus: rapido e semirapido. Il primo salta alcune fermate, l’altro invece si ferma a tutte le fermate previste dal suo percorso. Il biglietto si acquista direttamente sull’autobus con le monete: assicuratevi di avere l’importo esatto in quanto non viene dato resto in caso contrario.
  • Treno: la linea filotranviaria di superficie è un mezzo di trasporto piuttosto conveniente, in quanto economico e rapido, ed è l’ideale per raggiungere i quartieri più periferici della città.

I servizi ferroviari in Argentina sono inoltre erogati anche da Trenes del Litoral. I treni che arrivano a Buenos Aires sono tutti collegati al servizio di metropolitana.

Viaggiare facile: la carta SUBE

L’acronimo di SUBE sta per Servicio Unico de Boleto Electronico. Si tratta di una tessera ricaricabile magnetica che permette di accedere a tutti i mezzi pubblici che servono la città. Oltre ad essere estremamente pratica, in quanto evita file per l’acquisto del biglietto, costituisce anche un vantaggio dal punto di vista economico: ad esempio, pagare una corsa sul treno con SUBE significa risparmiare del 50% sulla tariffa altrimenti prevista. Può essere utilizzata da più persone contemporaneamente e ricaricata presso le tabaccherie o le macchine alle stazioni. E’ possibile ottenerla registrandosi sul sito ufficiale che il Ministero dei Trasporti dedica nello specifico alla SUBE e fornendo i dati del proprio passaporto. Sullo stesso trovate inoltre tutto ciò che c’è da sapere sulle sue caratteristiche e sul suo funzionamento.

Confronto tra Roma e Buenos Aires: costo della vita

La capitale argentina è nota proprio perché offre una buona qualità della vita a prezzi modici. Ciò è evidente anche dalla tabella qui sotto: la vita in Italia è decisamente molto più costosa per quanto riguarda sia i generi di prima necessità che i beni voluttuari. Questo è un aspetto importante quando si valutano i pro e i contro di un trasloco a Buenos Aires. I prezzi qui proposti però hanno natura puramente indicativa, e servono solo a dare un’idea generale del tenore di vita che ci si deve aspettare. I costi da sostenere potrebbero variare sensibilmente a seconda delle vostre necessità o delle vostre preferenze.

ProdottoRomaBuenos Aires
Caffè1,00 €0,50 €
Ristorante medio20,00 €12,00 €
Ristorante medio-alta categoria40,00 €30,00 €
Latte1,48 €1,40 €
Pane1,50 €1,29 €
Petto di pollo7,73 €3,06 €
Vino5 €4,00 €
Sigarette5 €3,50 €

Chiedete un preventivo gratis

Volete un’informazione esatta sul costo del vostro trasloco a Buenos Aires in tempi brevi? Chiedete un preventivo attraverso il nostro servizio gratuito. Non vi occorreranno più di un minuto o due. Riceverete fino a 5 preventivi da parte di aziende di trasloco nostre partner specializzate nel trasloco internazionale.